IL NOSTRO PAESE

 

                                                                                                                                                                                                                                                                          Foto di Antonello Andreini

...Il ponte di Crevola, dove incomincia la bella Italia... (Stendhal, 1828)

 

 

Crevoladossola un comune di 4.695 abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola.
   situato sulla strada statale del Sempione ed separato dalla contigua Domodossola dal torrente Bogna,
   in corrispondenza della sua confluenza nel fiume Toce.
   Da Crevoladossola si dipartono due delle valli ossolane: la val Divedro,
   che porta al confine con la Svizzera ed attraversata dalla ferrovia internazionale del Sempione e la valle Antigorio, segnata dal corso del Toce.
   Il comune di Crevoladossola essenzialmente formato dai tre abitati di Crevola, Preglia e Caddo.
   La zona maggiormente popolata quella di Preglia, situata in piano nella zona sud del comune,
  dotata di stazione ferroviaria e ormai praticamente saldata all'abitato di Domodossola, come di fatto anche la frazione Caddo.
  Il centro vero e proprio di Crevoladossola si trova in posizione rialzata dominante la conca di Domodossola.
  L'economia basata sull'industria, specialmente quella della lavorazione del sasso, ed, in minor misura, sul terziario ed il turismo alpino.

 

 

Crevoladossola: sguardo d'insieme di Renzo Mortarotti (1987)

 

UN PO' DI STORIA

L'odierna Crevoladossola, cos come l'antica " Crebula ", non si identifica in un unico centro abitato, ma in un complesso di frazioni sparse all'imbocco delle Valli Divedro e Antigorio o, addirittura, gi addentro a queste vali.

Il toponimo " Crevola " significa " fenditura " dal riferimento geografico alla forra del Diveria, vicino alla quale situato il il nucleo pi antico del paese.

Esso si formato dalla fusione, avvenuto per Regio Decreto del 29 gennaio 1928, di tre comuni : Crevola, Preglia, Caddo. A nord, la parte alta del comune costituita da Crevola, Oira, Pontemaglio, dove gran parte della popolazione vive in piccole frazioni, in cui si possono ancora trovare contadini e allevatori, che producono e conservano i loro prodotti.

A sud troviamo Caddo, Bisate e Preglia, centri pi popolati, i cui abitanti lavorano in altri settori : industria commercio e servizi.

Crevola sempre stata importante per la sua posizione all'incontro di valli che, per vie diverse, conducono in Svizzera. Antiche vie lepontina, romana e " francisca ", si snodavano in queste valli, lasciando tracce : selciati, ponti, pilastri, pietre miliari. iscrizioni .......

La posizione strategica ha fatto di Crevola un nodo viario di grande importanza nelle comunicazioni con l'oltralpe; proprio indagando in questo senso, troviamo le notizie pi remote inerenti al nostro comune.

Attraverso queste vie e quindi per Crevola, transitarono, in secoli diversi, i Saraceni durante le loro incursioni, le popolazioni Walser, le comitive di pellegrini diretti a Roma, i commercianti.

Le scoperte di necropoli antichissime e siti preistorici testimoniano che questi territori erano abitati gi 1500-2000 anni avanti Cristo. Pi recenti ritrovamenti archeologici, probabilmente riconducibili agli antichi popoli dei Leponzi e dei Celti, sono una piccola ma non trascurabile testimonianza del passato pi lontano.